JEWELRY

Incapace di trovare gioielli da indossare, ho iniziato a crearli io stessa. Lavoro esaltando la bellezza primitiva dei materiali per portarla alla luce, attenta a preservare l’imperfetto. Amo le incongruenze estetiche: pietre grezze naturali accostate ad elementi tecnici e dettagli ultramoderni, tagli asimmetrici a cui fanno da contrappunto minerali dalle forme organiche, rocce risalenti a millenni fa. Il mio modo di assemblare materiali riguarda il rapporto che ho con il mondo, in particolar modo come lo percepisco. C’è più di quello che posso vedere, c’è qualcosa che si trova appena oltre l’immediatamente visibile. Tento di catturare nei miei gioielli l’essenza dei luoghi che mi hanno regalato la materia prima del mio lavoro, in un certo senso cerco l’intangibile. Credo ad una forma di riconoscibilità immediata, istintiva, che ci arriva attraverso e dalle cose e va a riconoscere ciò che è nascosto dentro di noi. Parte nascosta con parte nascosta. Questo dovrebbe fare l’arte.

JEWELRY

Incapace di trovare gioielli da indossare, ho iniziato a crearli io stessa. Lavoro esaltando la bellezza primitiva dei materiali per portarla alla luce, attenta a preservare l’imperfetto. Amo le incongruenze estetiche: pietre grezze naturali accostate ad elementi tecnici e dettagli ultramoderni, tagli asimmetrici a cui fanno da contrappunto minerali dalle forme organiche, rocce risalenti a millenni fa. Il mio modo di assemblare materiali riguarda il rapporto che ho con il mondo, in particolar modo come lo percepisco. C’è più di quello che posso vedere, c’è qualcosa che si trova appena oltre l’immediatamente visibile. Tento di catturare nei miei gioielli l’essenza dei luoghi che mi hanno regalato la materia prima del mio lavoro, in un certo senso cerco l’intangibile. Credo ad una forma di riconoscibilità immediata, istintiva, che ci arriva attraverso e dalle cose e va a riconoscere ciò che è nascosto dentro di noi. Parte nascosta con parte nascosta. Questo dovrebbe fare l’arte.

Visualizzazione di 1-20 di 27 risultati